Torta Panarello

La torta “Panarello” della famosissima Pasticceria Panarello di Genova, vanta numerosissimi tentativi di imitazione. Ovviamente la ricetta originale è appannaggio dell’omonima pasticceria ma in rete ho trovato diverse alternative molto valide. Dopo averne provate parecchie, vi riporto quella che mi sembra più riuscita.

Torta Panarello

Ingredienti per stampo da 24/25 cm.
– 100 gr. di mandorle (o farina di mandorle)
– 230 gr. di zucchero
– 4 uova
– 170 gr. di burro morbido
– 80 gr. di farina
– 80 gr. di fecola
– una decina di armelline (se non le trovate usate una fialetta di aroma alla mandorla)
– 1 bustina di lievito in polvere
– semi di 1/2 bacca di vaniglia

Mettete le mandorle e le armelline in freezer per almeno mezz’ora poi tritarle finemente con un cucchiaio di zucchero preso dal totale. Mettere da parte. Fondere il burro insieme ai semi di vaniglia a fuoco basso e lasciarlo intiepidire.
In una casseruola mettere le uova intere con lo zucchero rimanente, mescolare con una frusta a mano e scaldare su fuoco basso a 40°C circa; il composto deve intiepidirsi per favorire una montata perfetta.
Versare il composto nella planetaria o in una ciotola se utilizzate le fruste elettriche. Montare perfettamente, fino a quando il composto “scrive”.
Setacciare la farina e la fecola con il lievito ed aggiungerle a pioggia all’impasto. Aggiungere il composto di mandorle e per ultimo unire a filo il burro e mescolare delicatamente, con movimenti dal basso verso l’alto, cercando di non far smontare la massa.
Versare in uno stampo a cerniera, ben imburrato ed infarinato. Cuocere in forno NON PRERISCALDATO a 180°C per 30 minuti circa, fino a prova stecchino asciutto.
Ribaltare la torta ancora calda su una gratella. Far raffreddare bene e spolverare con zucchero a velo.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *